Chi Sono

Lia e Francesco 08 copia2Ho 38 anni, un bimbo che ha da poco compiuto tre anni, un marito e una passione: la politica. Ecco chi sono, una donna normale che divide il suo tempo tra un bambino piccolo, gli impegni famigliari e il lavoro.

Sono stata assessore all’ambiente e ai progetti europei del Comune di Cesena per quasi 6 anni, un impegno che mi ha coinvolto moltissimo, anche perché mi ha consentito di confrontarmi ogni giorno con i miei concittadini, provando a risolvere i loro problemi.

Dal novembre 2014 è partita una nuova avventura politica. Sono infatti diventata consigliere regionale, componente dell’assemblea legislativa della Regione Emilia – Romagna. Sono componente della Commissione Politiche economiche e della Commissione Ambiente, territorio e mobilità. Per questa commissione ho il ruolo di capogruppo del Pd.

La mia passione per la politica che viene da lontano, dal movimento scout, di cui ho fatto parte per quasi vent’anni, dal mondo dell’associazionismo e dalla collaborazione con alcuni giornali locali, per i quali mi sono occupata di cronaca amministrativa e dei problemi della città (La Voce, il Resto del carlino, il Corriere cesenate). Dopo aver frequentato il Liceo scientifico Righi a Cesena, mi sono laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche, indirizzo Studi Europei, alla Facoltà di Scienze Politiche di Forlì, e poi ho proseguito i miei studi con un master in Organizzazione e sviluppo economico alla Profingest management school di Bologna, con una tesi sull’innovazione nei fondi europei regionali.

In quegli anni oltre allo studio e all’esperienze nel volontariato locale ho partecipato ad un progetto come volontaria europea in Spagna. Lo Sve (servizio volontario europeo) mi ha dato la spinta per appassionarmi dei temi europei, come la cittadinanza, l’integrazione e i diritti, e per aprirmi ad altri contesti culturali e realtà, Mi piace pensare che quella esperienza sia stata la mia “nascita al mondo”.

Attraverso il mio percorso di studio e di vita la passione e l’interesse per la politica è continuata e si è intensificata, tanto che quando è nato il Partito Democratico ho scelto di farne parte da subito perchè mi è parsa l’evoluzione naturale di un impegno in mezzo alla gente. Ed è stato così che ho cercato di interpretare il mio ruolo di assessore all’ambiente e ai progetti europei, un incarico di cui vado orgogliosa e in cui ho cercato di mettere a disposizione della comunità le mie competenze e i miei valori.

gruppo

Negli anni in Comune ho dato vita all’ufficio che si occupa di cercare i finanziamenti europei per dare “le gambe” progetti nuovi e innovativi. Siamo per esempio riusciti a farci finanziare dall’Europa la riqualificazione energetica di una scuola media, in cui attraverso interventi come i pannelli fotovoltaici sul tetto, il cambio della caldaia e degli infissi, siamo riusciti a tagliare l’80% dei consumi energetici, diminuendo l’impatto ambientale e liberando risorse economiche sul bilancio comunale.

Anche sul versante ambientale il mio impegno è stato orientato a progetti nuovi e impegnati, ho portato la raccolta differenziata porta a porta a Cesena (nei quartieri dove è stato avviato questo nuovo sistema abbiamo raggiunto il 72% di raccolta differenziata) e mi sono occupata tra le altre cose della realizzazione del Piano energetico comunale. C’è un’altra grande passione che ho cercato di portare avanti nel mio impegno amministrativo, quella per i progetti di educazione sia sul versante della cittadinanza europea, sia l’educazione alla sostenibilità, puntando su progetti come il Piedibus, che basano l’educazione sull’esperienza diretta e concreta.

Avrei tanto altro da scrivere e raccontare e questo sito vuole essere anche una sorta di “diario di bordo”, uno strumento per informare i cittadini e il territorio, ma anche una finestra sul mio percorso politico e sull’esperienza che porterò avanti in regione.

“Bhe ecco se mi posso permettere, spesso il termine utopia è il termine più semplice per liquidare quello che non si ha voglia, capacità o coraggio di fare. Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora può diventare qualcosa di infinitamente più grande”. (Adriano Olivetti)

Lia Montalti : Welcome !

Authorize

Password persa

Registrati

Please contact the administrator.