Trasparenza

Con la Legge regionale n.1 del 2015 (la prima legge di questa Legislatura) abbiamo dato un taglio netto ai costi della politica. Siamo stati la prima regione a farlo, come Consiglieri regionali abbiamo le indennità più basse a livello italiano (equiparate a quelle del sindaco del Comune capoluogo).

A questo si aggiunge il fatto che già nella legislatura precedente in Emilia-Romagna sono stati eliminati completamente i vitalizi, quindi i consiglieri regionali dell’Emilia-Romagna NON percepiscono più nessun tipo di vitalizio.

Con la nostra legge regionale n.1 del 2015 in relazione ai “tagli ai costi della politica” abbiamo modificato il sistema in questa maniera:
Taglio delle indennità della Giunta e dei consiglieri (taglio di 1100 euro) portandola, nel mio caso di semplice consigliera, a 5.000 euro lordi di indennità, a cui si aggiungono 2200 euro per lo svolgimento delle proprie attività in tutta la regione.
Eliminazione delle risorse destinate ai gruppi consigliari (quelle che permettevano il meccanismo dei rimborsi, e quindi azzeramento totale dei rimborsi)
Eliminazione dell’indennità di fine mandato (era in sostanza il trattamento di fine rapporto, costituita da una indennità all’anno che veniva accantonata durante il mandato e restituita alla fine della legislatura. Oggi l’indennità di fine rapporto quindi non esiste più).

Tutti i tagli effettuati porteranno ad un risparmio complessivo di 15 milioni di euro nell’arco della legislatura. Risorse che in questi anni abbiamo destinato al fondo per le piccole e medie imprese e ad interventi a favore dei territori, delle politiche sociali e del volontariato.

Dall’indennità di consigliere che percepisco ogni mese verso 850 euro al PD regionale e cesenate:

–   400,00 euro come erogazione liberale al Partito Democratico regionale

–   450,00 euro come erogazione liberale alla Federazione del Partito democratico di Cesena

Tutte le spese sostenute nello svolgimento delle mie funzioni inoltre sono a mio carico (es. spese telefoniche, organizzazione delle iniziative, eventuali spese di comunicazione, assicurazione per i rischi derivanti dalle responsabilità di funzione etc.).

L’eliminazione dei vitalizi fatta nella precedente legislatura, ha portato anche all’eliminazione del versamento dei contributi pensionistici.
Questo significa che il versamento dei contributi pensionistici mensili sono completamente a mio carico.

In un’ottica di sostenibilità, non solo economica ma anche ambientale, e di sobrietà, ho scelto di utilizzare per gli spostamenti Cesena-Bologna solo il treno.

Complessivamente se il mandato regionale durerà, come previsto, fino al 2019 farò risparmiare alla Regione e quindi ai cittadini emiliano-romagnoli circa 90.000 euro.

Qui trovate alcuni link da cui potete costantemente verificare sia i miei dati economici, la mia dichiarazione dei redditi, sia le presenze in regione, sia l’attività che svolgo in Regione:

Link al sito della regione con tutti i miei dati, dichiarazione dei redditi etc.

http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/personeorganipolitici/DettaglioAnagrafica.aspx?mat=7450&tipo=INCA&legislatura=10

Qui ci sono tutti gli atti che ho presentato e sottoscritto costantemente aggiornati (risoluzioni, interrogazioni, leggi etc.)

http://www.assemblea.emr.it/leggi-e-atti/oggetti-assembleari

Qui ci sono tutti i miei report annuali costantemente aggiornati

http://www.liamontalti.it/report-e-materiali/

Lia Montalti : Welcome !

Authorize

Password persa

Registrati

Please contact the administrator.