Nei giorni scorsi ho chiacchierato con una Giornalista del Resto del Carlino sul Patto per il Lavoro e per il Clima siglato dalla Giunta nel dicembre scorso. Abbiamo approfondito l’argomento, analizzato questo enorme passo fatto dalla Regione e parlato del futuro.

Qui di seguito potete trovare la nostra chiacchierata:

Sostenibilità ambientale e transizione ecologica sono tra i capisaldi del Patto per il Lavoro e per il Clima siglato in Regione.

Lia Montalti, consigliera regionale Pd, spesso negli ultimi anni si è occupata di ambiente. C’è il suo apporto nel Patto?

“Nell’aprile 2019 ho lanciato La svolta verde, manifesto per l’economia verde e l’ambiente, firmato anche dal presidente Bonaccini, con dieci proposte per l’Emilia Romagna, partendo dal presupposto che la a ‘green economy’ potesse creare lavoro. All’interno del Patto sono state accolte quasi tutte quelle proposte. Una soddisfazione”.

Quali i punti fondamentali?

“Con il Patto l’impegno della regione è a 360 gradi: tutte le politiche saranno vincolate alla lotta al cambiamento climatico. Ed è un patto non calato dall’alto, ma frutto di un confronto con più di 50 firmatari, un impegno condiviso con la comunità”.

Cosa porterà il Patto a una città come Cesena?

“Emerge l’impegno a investire in politiche e progetti ambientali, il verde e l’economia circolare, in linea con quanto sta facendo il Comune con il nuovo Piano Urbanistico. Ci saranno poi risorse per le imprese e per i progetti di mobilità sostenibile.

Cesena è stata ricettiva?

“Assolutamente. Il progetto che incentiva coloro che vanno a scuola o al lavoro a piedi è stato ripreso dalla Regione e finanziato in altre città. L’impegno ambientalista cesenate sul è uno dei punti di riferimento in Emilia romagna. Anche il progetto Green City è encomiabile: in questo momento difficile, i parchi sono spazi preziosi per garantire sport e socializzazione”.

La pandemia non ha dunque bloccato la spinta ecologista, quella dei Friday for Future? “Ovviamente è stato più difficile riempire le piazze con le manifestazioni, ma grazie alle sollecitazioni che ci sono arrivate da quei ragazzi entriamo nella fase più matura in cui concretizzare gli obiettivi, come stiamo facendo, destinando risorse e fondi europei alla svolta verde. Con la firma del Patto abbiamo dato il segnale che questi temi sono centrali per la ripresa”.

Lia Montalti : Welcome !

Authorize

Password persa

Registrati

Please contact the administrator.