Seleziona una pagina
“La vicenda dei lavoratori di Cesena della Società Fondiaria Industriale Romagnola (SFIR) che hanno ricevuto una richiesta di trasferimento collettivo nelle sedi di Brindisi e Milano, non può lasciare  indifferenti. Questa ipotesi di trasferimento non è infatti motivata e mette i lavoratori coinvolti in una condizione estremamente critica dal punto di vista lavorativo e umano. Quali erano gli impegni che ha preso la società quando sono stati firmati gli accordi di riconversione produttiva? La Regione intervenga con tutti gli strumenti a disposizione per monitorare la situazione e giungere ad una soluzione positiva della vicenda”. La richiesta arriva dalla consigliera regionale PD Lia Montalti, che oggi ha depositato un’interrogazione alla Giunta regionale sulla vicenda SFIR.
“La SFIR è attiva da oltre 50 anni nel nostro territorio, col quale ha un legame molto stretto. Negli anni l’entrata in vigore di una serie di normative comunitarie ha di fatto portato allo smantellamento del comparto della trasformazione della barbabietola in zucchero. Nel processo di riconversione che si è attivato – sottolinea la consigliera PD – è stato coinvolto il gruppo SFIR, che nella fase i trasformazione ha beneficiato di ingenti finanziamenti pubblici, impegnandosi però a garantire il mantenimento dell’occupazione a livello locale”.
“Un impegno che è stato disatteso con la richiesta di trasferimento dei lavoratori, che sono attualmente in stato di agitazione. Con l’interrogazione depositata oggi chiedo un urgente intervento della Regione affinchè scelte aziendali poco chiare non vadano a gravare sulle spalle dei lavoratori”.

Lia Montalti : Welcome !

Authorize

Password persa

Registrati

Please contact the administrator.