Montalti: “Dalla Regione si mettano in campo azioni per intervenire sul problema”

Il ponte crollato trent’anni fa a Piaia di Taibo di Mercato Saraceno continua a far preoccupare amministrazione e cittadini. Per questo Lia Montalti, consigliera regionale del Pd, ha depositato, in accordo con il Comune di Mercato Saraceno, un’interrogazione alla Giunta regionale per sollecitare la verifica della situazione e la messa in campo di interventi.

«Il progetto di ripristino fu inserito nel 2015 all’interno degli interventi che la nostra Regione ha segnalato nell’ambito del Piano nazionale di opere di riduzione del rischio idrogeologico 2014-2020, definito Italia Sicura – dice la consigliera –. In quella fase il progetto non rientrò tra quelli con alta priorità, perché l’opera era stata inserita come compensazione alla realizzazione di una centralina idroelettrica nella zona. Intervento che poi non è stato realizzato. Proprio per questo è opportuno che venga rivalutata, all’interno del programma Italia Sicura, la priorità dell’investimento affinché questo venga inserito al più presto tra quelli finanziabili per il nostro territorio».

In passato grazie alla sinergia tra Provincia e Regione, l’amministrazione riuscì a ripristinare l’attraversamento del fiume Savio tramite il consolidamento di una briglia e la realizzazione di un guado in tubi sommergibile. Una struttura che però a causa delle piene del fiume è crollata nel 2013.

«Come segnalato dal Comune la ricostruzione del ponte ha un costo di circa 800.000 euro, investimento che risulta troppo elevato per le risorse che ha a disposizione l’amministrazione locale – spiega Montalti – Sono consapevole che questa vicenda rappresenta per i cittadini e per il Comune di Mercato Saraceno un problema urgente, a cui è importante trovare soluzione. Proprio per questo ho deciso di sollecitare la Regione affinché, in collaborazione con il territorio, possa trovare una adeguata risposta a questo disagio».

 

Lia Montalti : Welcome !

Authorize

Password persa

Registrati

Please contact the administrator.