Lia Montalti (Consigliera regionale PD) “Da Pascoli a Fellini, da Artusi a Fioravanti: da oggi sarà più semplice sostenere il ricco patrimonio culturale, storico e identitario presente in Regione e nel nostro territorio”

Riconoscere e valorizzare le abitazioni e gli studi delle persone illustri vissute in Emilia-Romagna: esponenti del mondo della storia, della cultura, della politica, della scienza e della spiritualità che hanno fatto la storia di questa regione e del mondo. È l’obiettivo della legge regionale sulle “Case e studi delle persone illustri dell’Emilia-Romagna” approvata oggi in Assemblea Legislativa.

“Si tratta un provvedimento innovativo, primo in Italia nel suo genere, – afferma Lia Montalti – e di assoluta importanza, perché ci permetterà di mettere in custodia e valorizzare, anche attraverso stanziamenti economici, le case e gli studi, presenti in Emilia-Romagna, dove persone celebri si sono distinte o i luoghi che ne custodiscano la memoria. In Emilia-Romagna, infatti, sono vissute e hanno operato quasi un centinaio di personalità che hanno fatto la storia del nostro Paese, diventando testimoni dell’Emilia-Romagna in Italia e nel mondo. Molti di questi hanno vissuto nel nostro territorio, penso a Giovanni Pascoli a San Mauro Pascoli, a Federico Fellini legato alla casa dei nonni a Gambettola, al poeta Renato Serra a Cesena, a Marino Moretti a Cesenatico, a Pellegrino Artusi a Forlimpopoli o ad Ilario Fioravanti, di cui peraltro ricorre quest’anno il centenario, e a tanti altri personaggi illustri che hanno reso grande il nostro territorio e che oggi ci hanno lasciato un patrimonio culturale, artistico e di memorie, di inestimabile valore per l’intera comunità”.

“Senza una legge dedicata, molti di questi luoghi sarebbero finiti nel dimenticatoio, o comunque sarebbero stati poco valorizzati, per mancanza di fondi. Nei prossimi mesi – evidenzia Montalti – partiranno così bandi appositi per finanziare sia interventi strutturali, come manutenzioni e ristrutturazioni dei luoghi, sia progetti per la valorizzazione e la promozione del patrimonio artistico e culturale e la sua messa a fruizione del pubblico, attraverso mostre, eventi, studi, digitalizzazione e catalogazione”.

“Infine – conclude Montalti – questo patrimonio che andremo a valorizzare e rinnovare ci permetterà di creare un nuovo indotto turistico per i nostri territori. Abbiamo infatti presentato, e approvato, un emendamento che incentiva la collaborazione e la costituzione di reti tra case di personaggi illustri del territorio, che magari insistono sulla stessa area o provincia e possono così creare itinerari e percorsi di visite e iniziative congiunte”.

Lia Montalti : Welcome !

Authorize

Password persa

Registrati

Please contact the administrator.